Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

Febbre Mediterranea EBV? PFAPA febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr Carissimo dott. Alberto Moschinifebbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr é vero non la conosco ma mi viene di chiamarla così in quanto sono due giorni che leggo e rileggo  sue risposte a quesiti di vari utenti e ne rimango sempre colpita... e penso: chissà forse e finalmente sarà possibile risolvere il problema della mia bambina, forse è la persona giusta per STUDIARE  la situazione... mi sono sempre sentita dire: "la bambina è un fiore, la bambina sta benisssimo, vedrai che crescendo non si ammalerà più..." e intanto continua ad ammalarsi.... Ebbene ora vengo al punto Ho pensato di fare una super sintesi e se lei è d'accordo potrei spedirle via posta un rilegato con in tabella tutti gli episodi avuti dalla bambina e relativi esami eseguiti (lavoro che ho fatto perché mi è stato richiesto per il recente ricovero in De Marchi- Mi) Letizia 10 anni il prossimo luglio ha iniziato a 11 mesi ad avere episodi febbrili ( 40°) 1-2 volte al mese, asintomatica con risoluzione spontanea di durata in media di due giorni. A volte leggero raffreddore. Crescita normale, sempre buon appetito e tra gli episodi completo benessere.Tampone neg. Urinocultura neg. eseguiti in una fase acuta.Ves 35, PCR 8, Alfa 2 globuline 14.9, CD4 T-Helper 28 Linfociti 4.67, creatinina 0.22, fosfatasi alcalina 616    Sottoclassi delle immunoglobuline nella norma.     IgE  16,00 il resto tutto nella norma esami eseguiti una sola volta a 23 mesi poi due giorni dopo episodio febbrile. Dopo i due anni in qualche episodio anche mal di gola.Con l'inserimento alla scuola materna episodi febbrili con però mal di gola o raffreddore o otite ( 2)  tanto che nel 2004 dopo 9 tonsilliti ( tampone sempre neg.) è stata operata (purtroppo non è stata fatta una coltura tonsillare).Nei successivi tre anni 2-3 episodi all'anno sempre di febbre con mal di gola (noi non conosciamo altro ....)Nel 2008 ricomparsa di episodi febbrili (anche elevata) mensili con il solito mal di gola. Tampone neg.Aprile 2008 scarlattinetta 9 Novembre 2008  al risveglio:forte astenia, apiretica, fastidio agli arti inferiori, fitte tipo stilettate sempre agli arti. Dopo due giorni così arriva la febbre e il mal di gola con lieve ipertrofia linfondo dx. e successivamente ipertrofia tonsilla linguale con placche. In 7° giornata eseguiti esami: Ves 40, PCR 3.84, Taslo 89, Alfa 2 globuline 18.2  Emocromo tutto nella norma ( linf. 35%, neutrofili 54%), EBV neg.Risoluzione spontanea a partire dalla 7° giornata.Con la pediatra privata (che ha sempre usato anche un pò di omeopatia e cercato di limitare l'uso di antibiotici) si incomincia a pensare alla PFAPA o alla presenza di un virus che si riattivi. Si prende appuntamento per Marzo 2009 all'ambulatorio di infettivologia della clinica De Marchi. 8 Dicembre 2008 una setiimana di astenia, fitte dolorose arti inferiori, molta fame e sete di acqua molto fredda (a pensarci bene è una caratteristica anche di altri episodi), sensazione di cuore che salta fuori. Alla visita dal pediatra non emerge nulla di particolare. Nel frattempo viene fatta una visita omotossicologica:  " costituzione fosforica con ipergia al test bioenergetico tiroide e surrene. Ipergia allo M di stomaco. Positività streptococco al Ryodoraky. ( Mi disse che secondo lui c'era un focolaio nell'intestino) .Necessita di stimolazione sist. immunitario.Terapia: Streptococcinum 200 CH 1 tubo dose la settimana; Belldonna Homaccord 10 g. 2v./ di; Nux Vomica Homac. 10 g. alla sera,Calcium Phosphoricum Heel 1 fiala alla sett. il mese successivo viene aggiunto Engystol cps. (che comunque aveva già preso in autunno)25 Gennaio 2009 stessi sintomi con in più febbre (durata 4 giorni di cui 2 a 39°) e mal di gola con ipertrofia linfonodo dx e tonsilla linguale con placche,risoluzione spontanea.22 Febbraio 2009 stessi sintomi, dolore agli arti accentuato e febbre a 39.9° per 1 settimana. Il medico omotossicologo chiede di iniziare subito in 1° giornata l'assunzione di Clavulin ma dopo 5 giorni senza nessun miglioramento (anzi il mal di gola con ipertrofia linfonodo passa da dx a sx) decide di sospendere il trattamento antibiotico e in 8° giornata si sfebbra.Vengono eseguiti  in 6° giornata alcuni esami autoimmunitari tra cui:anticorpi anti nucleo, anti ena, anti dna nativo e reazione di waaler rose tutti neg.ves 59, PCR 6.29, alfa 1 glicoproteina acida 200 e fattore reumatoide 8. A Marzo visita in amb. infettivologia dove decidono per un ricovero non in fase acuta per ulteriori accertamenti.29 Marzo tre giorni di astenia con dolore agli arti poi ricovero in fase di benessere.Vari esami eseguiti tra cui aspirato nasofaringeo per la ricerca dei principali virus respiratori: neg.toxo neg. CMV neg, HSV 1/2 neg.  in corso sierologia per virologici (IgG pos. per Mycoplasma pn.),taslo 373 ma hanno escluso problemi reumatici e la PFAPA in quanto senza  tonsille, ho la sensazione che per l'ennesima volta mi sentirò dire che ci sono bambini che si ammalano molto e poi passerà come mi hanno già accennato.Non so se le ho fornito elementi utili ma io sono convinta (?!) che Letizia ha un agente patogeno che si riattiva periodicamente, mi sembra impossibile che lei tutti i mesi si prende casualmente qualcosa compreso i mesi estivi al mare e in montagna (la sorellina di due anni che le sta sempre vicino non si ammala)......Sono rimasta molto colpita dai suoi discorsi sulla possibilità di eliminazione dei virus..Mi chiedo se è anche possibile capire quale virus o battere provochi tutte queste recidive?Noi dovremmo avere tutti i risultati il 30 Aprile, le possono essere utili? Secondo lei bisogna farne altri? Ovviamente sono disponibilissima a portarle Letizia per una visita. febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr Aspetto con trepidazione una sua risposta.Grazie per l'attenzionefebbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr Egregia, tamponi sono negativi perché, primo, non raccolgono bene l’essudato delle tonsille, secondo, non vengono cercati i batteri intracellulari e i virus, ambedue vivono nelle cellule, quindi non possono essere rilevati nell’essudato, nei secreti, non crescono nei “normali terreni di coltura”, che sono fatti per i batteri extracellulari, quindi manca una bella parte degli agenti patogeni che possono infettare le prime vie aeree; i CD4 T Helper, bassi, hanno il significato della presenza di un virus, ed in particolar modo l’Epstein Barr, quindi già a 11 mesi, era possibile conoscere il responsabile. Levare le tonsille senza sapere chi le infetta, significa aumentare la possibilità di infezioni, perché gli agenti patogeni si spargono nell’organismo, apparentemente, sembra che vi sia un miglioramento, ma sotto, sotto, successivamente, possono avvenire aggravamenti più importanti. Infatti nel 2008, aggravamento.

EBV neg. Non ha significato, poiché non è completo, dire negativo non esclude la sua presenza.

IgG pos. per Mycoplasma pn mm

io sono convinta (?!) che Letizia ha un agente patogeno che si riattiva periodicamente, Perfetto! Ha fatto la diagnosi, che poteva essere eseguita quando la bimba aveva 11 mesi, eseguire l’accertamento, la terapia adeguata, la bambina si sarebbe risparmiata molte tribolazioni, altre patologie.Quelle febbri ricorrenti, possono essere provocate dal virus di Epstein Barr, che io devo cercare, per poter stabilire la esatta terapia mirata sulla effettiva causa; ma potrebbe anche essere presente il Mycoplasma Pneumoniae, infatti sete di acqua molto fredda indirizza verso la sua presenza e anche un farmaco preciso , che presenta questa sintomatologia. Ambedue possono avere la capacità di innescare i dolori alle articolazioni, iniziando la possibilità di una artrite reattiva, quindi molta attenzione, per poterla prevenire. Eseguire esami senza una cognizione, un indirizzo preciso, completamente inutili. gli esami senza un indirizzo diagnostico, che indichi quali effettivamente sono mirati al problema, non conducono ad alcuna possibilità di verifica, sarebbero soltanto vanificati, gli esami del sangue non conducono alla diagnosi, ma la affinano; quindi se il medico non la ha nella mente, con la anamnesi, esame obiettivo, può solo consigliare esami generici, non indirizzati alla effettiva necessità. Diventerebbero una perdita di tempo.

Un esame clinico è estremamente importante, poiché mette la persona nella condizione di comprendere e capire le cause che stanno determinando i suoi sintomi, per risolverli, senza soppressioni, ma condotti gradatamente alla loro lenta soluzione.

Saluti  Dottor Med. Alberto Moschini febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr febbri ricorrenti agente patogeno che si riattiva periodicamente PFAPA = Febbre Periodica con Faringite Aftosa e Adenopatia cervicale Presenza di Epstein Barr