Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

Prostatite, dolore perineale, stanchezza, febbre costante alla sera, difficoltà a urinare,

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

 Dottor Moschini, da tempo ho dolore perineale, diffuso a tutto il bacino e retto, due anni fa ho avuto una prostatite, curata con antibiotici, ma persistono dolori all'uretra soprattutto quando ho rapporti sessuali, quando rimango seduto, ho dolore ai glutei e devo alzarmi e camminare, non riesco a stare seduto per lungo tempo. 

Ho fatto molti esami, urinocultura, spermiogramma, ma non viene niente. mi hanno detto che ho una prostatite abatterica, sembra che sia venuta da sola, mi hanno detto perchè sto tanto a sedere, sono stressato, ma non mi danno una risposta precisa e tutte le terapie che ho effettuato non hanno risolto il problema.

RM Addome inferiore Multiplanare, multiecho. 

Egregio Collega, 

ho esaminato in data 12/04/2018 l'esame del paziente BIANCHINI LUCA con i seguenti rilievi: 

Esame eseguito con sequenze TSE T2, T2 SPAIR e T2 a STIR_ BB: in assenza di alterazioni dello spessore, della simmetria o della intensità̀ di segnale dei muscoli pelvici (piriformi, glutei, gemelli superiori ed inferiori, quadrato del femore, otturatori interni ed esterni), si evidenzia nelle sequenze con soppressione del grasso e del flusso, iperintensità di segnale compatibile con sofferenza neurogenasenza segni di intrappolamento o distorsione meccanica delle diramazioni per i nervi glutei, il nervo sciaticofemoro-cutaneobilateralmente; delle diramazioni per il nervo pudendolungo il canale di Alcocknel tratto anteriore scrotaledi dx; e lungo la catena precoccigeadi dx e del nucleo impari mediano del simpatico. Ghiandola prostatica di morfologia regolare con diametro longitudinale 36.6 mm, AP 24.9 mm, LL 39.0 mm, diffusa ipointensità di segnale della zona di transizione e della porzione periferica riferibile a esiti di prostatite, in assenza di lesioni focali di natura sospetta. Contorno capsulare integro. Regolare conformazione dello spazio triangolare posteriore deputato al passaggio del fascio vascolonervoso con i nervi erigentes. Normale rappresentazione della fascia di Denonvilliers, della fascia mesorettale, della fascia del Waldeyere delle linee di riflessione peritoneali sovravescicaleprerettale. Vescicole seminali , dotti deferenti e dotti eiaculatori regolarmente conformati con normale intensità̀ di segnale. Testicoli in sede, regolari come morfologia, dimensioni e struttura. 

Egregio, è evidente che sono presenti esiti di prostatite, è avvenuta una infezione, occorre verificare quali agenti patogeni sono stati i responsabili e ancora presenti, si sono diffusi agli organi del bacino, soprattutto lungo i nervi, nello specifico il nervo pudendo. La analisi dell'organismo, degli organi, delle cellule, del sistema immunitario, mi permette di accertare le cause, la presenza degli agenti patogeni, soprattutto quelli intracellulari, vivono dentro le cellule, non crescono sui terreni di coltura, non passano nelle urine, nello spermo, giumngo alla diagnosi e alla terapia conseguente, posso successivamente verificare l'andamento della guarigione, per ottenere la guarigone completa, la completa eliminazione delle cause e degli agenti patogeni, per ricostruire tutti gli organi che sono stati colpiti dai processi infiammatori, evitare i susseguenti processi degenerativi.