Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

ovaio multifollicolare, ciclo irregolare,abbondante e doloroso, aumento dei peletti sul mento, acne sul viso, capelli con maggiore sebo, perdita di capelli , comincia un vero e proprio effluvio, massa di capelli dimezzata, capelli fini, corti e sottili ,

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ovaio multifollicolare, ciclo irregolare,abbondante e doloroso,  aumento dei peletti sul mento, acne sul viso, capelli con maggiore sebo, perdita di capelli , comincia un vero e proprio effluvio, massa di capelli dimezzata, capelli fini, corti e sottili ,

 

 

Buongiorno Gentile Dottore Moschini Alberto, 

vorrei sottoporle il mio problema che mi affligge da qualche settimana. Assumo da 8 anni ininterrottamente la pillola Fedra sotto controllo della ginecologa per curare un ovaio multifollicolareciclo irregolare,abbondante e doloroso. In tutti questi anni di assunzione mi sono sempre trovata bene e non ho avuto alcun tipo di effetto collaterale, sebbene durante le ecografie pelviche la ginecologa riscontrasse sempre la presenza di qualche follicolo nonostante la cura. Il 1 di aprile decido di sospendere l'assunzione della pillola volontariamente per fare una pausa, e dopo circa 20/25 giorni inizio a  vedere un aumento dei peletti sul mento(che avevo prima della pillola, per poi diradarsi e curati anche con svariati anni di applicazioni laser), acne sul visocapelli con maggiore sebo, e dopo una iniziale perdita di capelli che riferivo alla stagione, comincia un vero e proprio effluvio, nel giro di 10 giorni mi ritrovo la massa di capelli dimezzata. Nei primi giorni di caduta intensa notavo una perdita superiore a 100 capelli durante il lavaggio e durante la giornata il solo passaggio della mano tra i capelli lasciava tra le dita decine di capelli. Sulla scrivania trovavo sia capelli lunghi, medi e corti (tipo peletti); controllandomi attentamente noto che la linea sulla fronte, dove appunto ci sono capelli fini,cortisottili è arretrata e anche la tempia destra si è svuotata. Attualmente per cercare di arginare la situazione applico fiale dercos con aminexil e assumo Biomineral 5alfa; i miei capelli attualmente appaiono dimezzati, elettrici, intrattabili e non riesco a pettinarli, anche se a parte le zone che le ho citato dove trovo effettivo diradamento, in altre zone non vedo particolari mancanze. Sulla riga centrale spuntano molti capelli corti dritti e scuri. Sostanzialmente è come se la perdita fosse stata omogena, ma accuso una sensazione di fastidio sulla cute, come se le mie ciocche venissero costantemente "tirate". Premetto che ho sempre avuto un po' la cute grassa, che sono riuscita sempre a mantenere sotto controllo con shampoo specifici. Tale condizione mi sconforta parecchio e già si somma alla condizione di ansia provocatami da una situazione complicata a casa, che involontariamente mi ha portato anche ad una rapida perdita di peso, 6 kg, nel giro di poche settimane in quanto mi manca totalmente l'appetito. Dopo la fase intensa sembra che la caduta sia comunque continua ma lievemente migliorata. Aggiungo che da una recente ecografia alla tiroide essa risulta in condizioni assolutamente normali. Approfitto per chiederle delle spiegazioni in merito ad una visita dermatologica che ho affrontato ieri; il dermatologo riscontra un telogen effluvium dovuto ad interruzione della pillola, in particolare alla visita diretta con la lente di ingrandimento distingue capelli miniaturizzati sulla fronte e sulle tempie ( dove io noto diradamento) ma anche sulla sommità del capo dove c'è la riga dicendo che possono essere anche in crescita ( tutto ciò non è chiaro se siano in crescita o miniaturizzati?) e che ci sono differenti dimensioni dei fusti. Io alla sommità del capo per fortuna ad ora non noto diradamento, ovvio i miei capelli ora li vedo più sfibrati. In buona sostanza dice che la presenza di molto sebo sia dovuto all'azione degli ormoni maschili che stanno lavorando e miniaturizzando il capello e che l'unica soluzione sia tornare alla pillola perché di questo passo posso solo peggiorare! Mi ha rassicurato dicendo che la pillola riporterà tutto a posto, ma che potrei anche rimanere stempiata ( zona di azione degli ormoni maschili). Ora mi chiedo ma è semplicemente un effluvio post pillola o un inizio di alopecia androgenetica? È bastato un solo mese senza pillola per avere questo effetto così devastante che non lascia spazio ad altra soluzione curativa che continuare con gli estrogeni della pillola a vita? In dieci giorni di caduta dei capelli è tutto così irrimediabile da rimanere stempiata? Prima non ho mai avuto nessun problema legato ai capelli, mai una caduta anomala anche prima della pillola, e ribadisco che la pillola era solo per curare l'ovaio multifollicolare, il mio primo ciclo post pillola ora è precisissimo. Sono sinceramente molto preoccupata e decisamente più confusa.

Le chiedo un appuntamento per avere spiegazioni che non ho mai avuto, una diagnosi una terapia con la possibilità di seguire l'andamento verso la guarigione.  

 

Egregia, la diagnosi è essenziale in medicina per poter eseguire la terapia conseguente, senza la diagnosi impossibile prescrivere una terapia, non avrà mai effetto. 

Durante la visita, circa due ore, evidenzio le cause, giungo alla diagnosi, terapia conseguente, possibilità di seguire l'andamento della guarigione.

La evidenza delle cause e dello stato degli organi, delle cellule, del sistema immunitario, del microambiente, dell’organismo nel suo insieme, la presenza degli agenti patogeni,  sono la base del ragionamento clinico, che conduce alla diagnosi. 

l’ovaio multifollicolare, può non essere la causa del ciclo irregolareabbondante e doloroso. La assunzione della da 8 anni ininterrottamente la pillola Fedra, non ha risolto la sintomatologia, ma la ha tenuta “nascosta”. Non risolvendo il problema, non eseguendo la diagnosi precisa, le cause e gli agenti patogeni presenti, hanno continuato ad agire, sono diventati evidenti in maggiore misura quando è stato tolto il farmaco che li teneva nascosti. 

Le cause della perdita dei capelli sono molteplici, risiedono tutte in quelle non risolte precedentemente e la pillola le ha tenute “nascoste”, peggiorandole nel tempo.

La diagnosi deriva dal ragionamento clinico, condotto con l’anamnesi, analisi dell’organismo nel suo complesso, lo stato degli organi, delle cellule, del microambiente, del sistema immunitario, gli esami aiutano nella comprensione, ma non portano alla diagnosi. 

La causa che ha provocato il ciclo irregolareabbondante e dolorosoovaio multifollicolare È sempre presente e nel tempo si è aggravata.

La sua determinazione è la base della diagnosi, che alcuno si è preoccupato di eseguire; le supposizioni non sono diagnosi e non possono sostenere una terapia.  

Egregia, quando sono presenti sintomi importanti, come quelli che sta vivendo attualmente, una causa sussiste; anche se gli esami sono nella norma, questi non conducono alla diagnosi, non rilevano la funzionalità degli organi. Questa ho la possibilità di evidenziarla durante la visita con la analisi dell’organismo, degli organi, delle cellule, del sistema immunitario, seguendo il ragionamento clinico, giungere alla diagnosi e alla strategia terapeutica, mettere le basi per seguire il progredire verso la funzionalità regolare e fisiologica, condurre i sintomi alla loro soluzione. 

La diagnosi è sempre fondamentale, per stabilire la strategia terapeutica.