Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

Allergie, Tosse, sempre tosse, febbre, sempre febbre, difficoltà respiratorie, ipertrofia dei turbinati, polipi nasali, mal di testa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Sono nato il 14 Marzo del 1980, sono stato sempre una persona perfettamente in salute con uno stile di vita molto sano, non bevo, non ho mai fumato, ne fatto uso di droghe o altre schifezze, insomma sempre "casa e chiesa" unico problema, sono un soggetto fortemente allergico, (gatto, polvere, muffa, parietaria, nocciolo, fermenti lattici, graminacee, ecc. ecc.). Tutto cambia a gennaio 2012 quando ho avuto un episodio febbrile con febbre oltre i 41 gradi tosse mal di gola e anche svenimenti, curata con iniezioni di antibiotico per 20 giorni, a seguito di questo episodio febbrile rimane una tosse persistente e stizzosa, ad aprile 2012 nuovo episodio febbrile con tosse fortissima e difficoltà respiratorie, ricovero urgente in ospedale, curato di nuovo con antibiotico, cortisone e una valanga di antistaminici, in dimissione mi viene diagnosticata un'ipertrofia dei turbinati e deviazione del setto nasale, tosse e mal di gola rimangono costanti fino al febbraio 2013 quando mi sottopongo all'intervento di turbinectomia, istantaneamente tosse e mal di gola spariscono, ma solo per 15 giorni, dopodiché tutto ricomincia peggio di prima, eseguo molteplici controlli da diversi medici, e mi viene diagnosticata un'iperreattività della mucosa nasale a causa di tutte le mie allergie che genera una poliposi massiva, a luglio 2013 vengo sottoposto ad un nuovo intervento, molto invasivo, di polipectomia e pulizia completa di tutte le cavità pneumatiche, finalmente tutto sembra tornare nella norma sparisce febbre, tosse e mal di gola, mi viene detto che devo eseguire costantemente lavaggi nasali con soluzione salina e usare spray nasale cortisonico più volte al di, tutto perfetto fino a novembre 2013, quando improvvisamente esce dal naso una formazione di color verde smeraldo, in parte semi-solida quasi calcificata, ed in parte morbida, quasi come se fosse mucosa, corro a fare una visita di controllo e mi viene detto che c'è qualche polipetto ma nulla di ché, tutto bene, solo una piccola infiammazione da trattare con spray al cortisone e un ciclo di antibiotici, da dicembre 2013 torna la tosse ed il mal di gola e a febbraio 2014 nuovo ricovero in ospedale con febbre altissima difficoltà respiratorie tosse e mal di gola, mi vengono eseguiti anche nuovamente i test per l'asma e le prove di funzionalità respiratorie ma tutto risulta nella norma, dopo nuovi cicli di antibiotici e ancora tanto cortisone vengo dimesso con la diagnosi di febbre un po più alta, ma continuo ad avere tosse, mal di gola, febbricola e adesso anche mal di testa continui, a luglio 2014 eseguo tac al massiccio facciale e si scopre una completa opacizzazione dei seni frontali superiori, ad agosto 2014 vengo sottoposto ad un ulteriore intervento "di nuovo molto invasivo" per la riapertura e pulizia dei seni frontali superiori, nel post operatorio entro in setticemia con un quadro clinico molto allarmante febbre altissima e quasi impossibilita respiratoria, l'analisi del tessuto asportato evidenzia un'infezione gravissima da Pseudomonas aeruginosa e da Staphylococcus aureus, tutto curato con fortissime dosi di antibiotici via endovena 24 ore su 24 per un mese, ma ad oggi ancora la tosse ed il mal di gola sono persistenti anche se gli interventi per i medici sono perfettamente riusciti, e dicono che i batteri con tutto l'antibiotico che mi hanno dato non sarebbero potuti resistere, ma febbre, tosse e mal di gola, rimangono a ottobre 2014 nuovi cicli di antibiotici aereosol ma nulla continuo ad avere tosse persistente e stizzosa e mal di gola perenne. La mia domanda è:

Come posso curare definitivamente questa tosse e mal di gola che mi stanno rovinando tutta l'esistenza? E come posso essere certo che i tremendi batteri in questione siano definitivamente stati debellati dal mio organismo? Vorrei tornare ad essere quella persona forte e sana che ero prima!

In attesa di un suo riscontro le porgo cordialmente i miei più distinti saluti.

 

 

 

 

Egregio, in medicina la diagnosi è fondamentale, comprende le cause e gli agenti patogeni che determinano la malattia.

Quando nel gennaio 2012  lei ha avuto  episodio febbrile con febbre oltre i 41 gradi tosse mal di gola e anche svenimenti,  le cause e gli agenti patogeni sarebbe stato opportuno, secondo il ragionamento clinico, individuare ed eseguire esattamente la terapia rivolto alla loro presenza, con la certezza della efficacia e della effettiva radicazione successiva. Gli antibiotici non hanno alcuna funzione sui batteri intracellulari, che vivono all’interno delle cellule, sui virus; molti batteri extracellulari, che vivono al di fuori delle cellule sono resistenti agli antibiotici, non hanno alcuna funzione; inoltre la certezza che effettivamente sono stati radicati è fondamentale per evitare ricadute, come effettivamente è sempre accaduto, con una continua e perseverante aggressività e aggravamento.

Non è possibile prescrivere antibiotici e cortisone senza nemmeno conoscere la causa e la presenza degli agenti patogeni. Gli aggravamenti sono assicurati, come effettivamente è accaduto.

a seguito di questo episodio febbrile rimane una tosse persistente e stizzosa, ad aprile 2012 nuovo episodio febbrile con tosse fortissima e difficoltà respiratorie,

Anche qui stessa prescrizione priva di ragionamento clinico, delle cause e della individuazione degli agenti patogeni presenti, curato di nuovo con antibiotico, cortisone e una valanga di antistaminici,

Così l’aggravamento prosegue, poiché i responsabili, agenti patogeni, batteri extracellulari, intracellulari, virus non sono stati individuati e non si è proceduto alla sicurezza della loro effettiva radicazione.

viene diagnosticata un'ipertrofia dei turbinati e deviazione del setto nasale, tosse e mal di gola rimangono costanti fino al febbraio 2013

intervento di turbinectomia,

completamente inutile, poiché eseguito su processi infiammatori mai risolti e con la presenza dei soliti agenti patogeni, mai individuati e radicati solo per 15 giorni, dopodiché tutto ricomincia peggio di prima,

Senza mai risolvere le cause, viene diagnosticata un'iperreattività della mucosa nasale a causa di tutte le mie allergie che genera una poliposi massiva, a luglio 2013

La causa delle allergie non è mai stata cercata, gli agenti patogeni che determinano i processi infettivi, che conducono alla poliposi mai cercati, mai eliminati.

Intervento un’altra volta inutile,  intervento, molto invasivo, di polipectomia e pulizia completa di tutte le cavità pneumatiche  poiché permangono le cause, i processi infiammatori, gli agenti patogeni, infatti:  novembre 2013, quando improvvisamente esce dal naso una formazione di color verde smeraldo, in parte semi-solida quasi calcificata, ed in parte morbida, quasi come se fosse mucosa, gli aggravamenti sono proseguiti, nonostante l’apparente effimero stato di benessere.

qualche polipetto ma nulla di ché, tutto bene, solo una piccola infiammazione da trattare con spray al cortisone e un ciclo di antibiotici,

Ma quali agenti patogeni determinano l’infiammazione, alcuna ricerca ed evidenza. Sempre i soliti antibiotici, senza tenere conto che non hanno alcuna funzione sui batteri intracellulari, virus e batteri extracellulari resistenti.

da dicembre 2013 torna la tosse ed il mal di gola e a febbraio 2014 nuovo ricovero in ospedale con febbre altissima difficoltà respiratorie tosse e mal di gola, mi vengono eseguiti anche nuovamente i test per l'asma e le prove di funzionalità respiratorie ma tutto risulta nella norma,

Tutto nella norma, le cause? Gli agenti patogeni ? con i suoi sintomi è evidente che il suo organismo nella norma non è assolutamente, ma in una situazione patologica importante.

dopo nuovi cicli di antibiotici e ancora tanto cortisone vengo dimesso con la diagnosi di febbre un po più alta,

Ottima diagnosi, veramente eccezionale, che dimostra la inutilità della prescrizione di antibiotici e cortisone, conoscendo esclusivamente la presenza della febbre, priva di cause e evidenza di agenti patogeni, ma perché è presente la febbre, alcuna risposta.

continuo ad avere tosse, mal di gola, febbricola e adesso anche mal di testa continui, a luglio 2014 eseguo tac al massiccio facciale e si scopre una completa opacizzazione dei seni frontali superiori, ad agosto 2014 vengo sottoposto ad un ulteriore intervento "di nuovo molto invasivo" per la riapertura e pulizia dei seni frontali superiori, nel post operatorio entro in setticemia con un quadro clinico molto allarmante febbre altissima e quasi impossibilita respiratoria,

Hanno eseguito un intervento in presenza di agenti patogeni intra- ed –extracellulari, senza preoccuparsi nemmeno di cercarli, hanno messo a rischio la sua vita,  entro in setticemia non considerando i continui aggravamenti possibili quadro clinico molto allarmante febbre altissima e quasi impossibilita respiratoria,

l'analisi del tessuto asportato evidenzia un'infezione gravissima da Pseudomonas aeruginosa e da Staphylococcus aureus,

Solo attualmente scoprono  Pseudomonas aeruginosa e da Staphylococcus aureus,

 quando era evidente fin dall’inizio, ma ancora una volta trascurano virus e batteri intracellulari, che insieme a Pseudomonas aeruginosa e da Staphylococcus aureus, sono i veri responsabili della sua patologia, riscontrabili sin dall’inizio con il ragionamento clinico e la diagnosi che sono il fondamento della medicina.

fortissime dosi di antibiotici via endovena 24 ore su 24 per un mese,

Ancora antibiotici senza conoscere assolutamente e nemmeno se Pseudomonas aeruginosa e da Staphylococcus aureus, sono resistenti e la presenza di virus e batteri extracellulari, su cui gli antibiotici non hanno alcuna efficacia.

Infatti:

ma ad oggi ancora la tosse ed il mal di gola sono persistenti anche se gli interventi per i medici sono perfettamente riusciti, e dicono che i batteri con tutto l'antibiotico che mi hanno dato non sarebbero potuti resistere, ma febbre, tosse e mal di gola, rimangono a ottobre 2014 nuovi cicli di antibiotici aereosol ma nulla continuo ad avere tosse persistente e stizzosa e mal di gola perenne. La mia domanda è:

Non sono assolutamente riusciti, pericolo di vita, considerando quanto è successo, le recidive, gli aggravamenti, la prosecuzione della patologia

gli interventi per i medici sono perfettamente riusciti,

I batteri extracellulari resistenti, sicuramente in quelli antibiotici ci hanno nuotato come in una piscina, dicono che i batteri con tutto l'antibiotico che mi hanno dato non sarebbero potuti resistere, Quelli intracellulari e i virus, non hanno subito alcun danno, tutto inutile, l’antibiotico funziona non perché si chiama antibiotico, ma perché viene indirizzato esattamente su quelli agenti patogeni che sono sensibili, non sui batteri extracellulari resistenti e sui virus, su cui anche se si chiamano antibiotici, non hanno alcuna efficacia e gli agenti patogeni continuano indisturbati a proseguire nei processi infiammatori e negli aggravamenti.

Certamente, occorre semplicemente accertare la presenza delle cause, degli agenti patogeni, mai individuati e cercati, applicare il ragionamento clinico che con l’analisi dell’organismo nel suo insieme, degli organi delle cellule, del sistema immunitario, mi conducono alla individuazione delle cause, degli agenti patogeni presenti, batteri extra- ed –intracellulari, virus, alla diagnosi e alla strategia terapeutica, con la certezza della prosecuzione verso la loro eliminazione ed effettiva soluzione delle cause e radicazione degli agenti patogeni.