Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

Artrite Psoriasica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Buongiorno dott. Moschini,

dopo aver letto i consigli che dava a questo caso di artrite psoriasica, mi vorrei mettere in contatto con lei

 http://www.omeopatiaitalia.org/index.php/domande-e-risposte-trattate/176-artrite,-allergia,-tireopatia,-cefalea,-disorientamento-e-ricerca-alternative.html  

sono mesi che sono ferma per un'artrite probabilmente di questo tipo.

i medici brancolano nel buio.

quali esami mi consiglia di fare per approfondire?

grazie per l'attenzione.

Lucia

Egregia Lucia, gli esami non conducono alla diagnosi, ne ha eseguiti molti e brancolano nel buio.

La medicina convenzionale conosce i meccanismi fisiopatologici che la hanno condotta alla patologia artrite psoriasica, patologia autoimmune.

Il meccanismo con cui le malattie autoimmuni si verificano è ben conosciuto, un errore che viene compiuto dal sistema immunitario, nel momento in cui “legge” un agente patogeno e si prepara alla produzione degli anticorpi, in questo caso è possibile, per una predisposizione genica, non genetica, HLA dipendente, che avvenga l’errore, chiamato mimetismo molecolare, vengono prodotti anticorpi contro le cellule della pelle, psoriasi, le cellule delle articolazioni, artrite, che vengono distrutte, successivamente la pelle si copre di lesioni e le articolazioni si infiammano. E' comprensibile che conoscendo la predisposizione genica e l’agente patogeno, posso in questo caso, cominciare a aiutare il sistema immunitario a portarlo via e inibire la produzione degli autoanticorpi che determinano i processi infiammatori contro le cellule della pelle e delle articolazioniricostituendo la situazione fisiologica degli organi colpiti.

La Medicina Integrata Omeopatica mi mette nella condizione di comprendere  queste cause che hanno condotto alla artrite psoriasica,  l’organismo nel suo complesso, quali agenti patogeni sono presenti, quale infezione\infiammazione anche minima è presente, l’organismo nel suo complesso, poiché oltre al ragionamento clinico convenzionale, applico anche quello omeopatico ed omotossicologico, che sono importanti per comprendere l’organismo nel suo insieme, non solo questo, ma mi mette a disposizione esami strumentali non invasivi, che in tempo reale mi permettono di verificare i processi infiammatori minimi, asintomatici che si stanno verificando, oltre a quelli evidenti, quali alterazioni si stanno verificando sul sistema immunitario, quali organi sono compromessi, ma anche degli  agenti patogeni,  che possono essere i corresponsabili della sua artrite psoriasica, ma anche tutte le cause che la hanno condotta alla malattia principale. Importante è comprendere tutti gli avvenimenti fisiopatologici che la hanno condotta alla malattia, questa si prepara nel tempo non accade improvvisamente e scopo principale della Medicina Integrata è identificare ogni causa, per poterla condurre alla sua soluzione senza soppressioni.  Soprattutto questi esami mi permettono di seguire l’evoluzione della malattia, la eliminazione degli agenti patogeni, comprendere in ogni momento tutte le reazioni che stanno avvenendo nel sistema immunitario.

La medesima medicina (convenzionale) indica la strada terapeutica nell’azione diagnostica e terapeutica con la possibilità di seguire l’evoluzione della patologia  verso la guarigione, ma non possiede gli strumenti per poter evidenziare in tempo reale la presenza degli agenti patogeni, delle cause, come condurre il ragionamento clinico conoscendo immediatamente lo stato dell’organismo nel suo complesso, degli organi, delle cellule, della matrice extracellulare, del microambiente, come giungere alla diagnosi considerando tutti i sintomi, specifici, caratteristici, peculiari, vaghi, aspecifici, che comprende l’analisi della funzionalità del sistema immunitario, poiché l’azione della strategia terapeutica si rivolge a questo e deriva esattamente da tutto il percorso del ragionamento clinico, stabilendo le basi per le verifiche successive della progressione del raggiungimento della funzionalità regolare e fisiologica dell’organismo. 

Buongiorno gentilissimo dottore e grazie...

forse mi sono spiegata male...il link che le ho messo non parlava della mia situazione ma leggendolo ho preso spunto per chiederle avendo quella patologia, artrite psoriasica, cosa potevo fare...

Per individuare l'agente patogeno del quale mi parla che analisi è necessario che faccia?

la ringrazio molto per l'attenzione

Lucia

Egregia Lucia, come le ho spiegato, gli esami non conducono alla diagnosi, ne ha eseguiti molti e brancolano nel buio. Sicuramente ne ha eseguiti molti, li può inviare, ma l’esame clinico è fondamentale, senza questo è impossibile giungere alla diagnosi, ho bisogno della sua presenza, per poter stabilire la diagnosi, la strategia terapeutica, gli esami saranno successivi per eseguire una “fotografia” dello stato attuale. Il confronto lo eseguo sempre con quanto io stabilisco con l’analisi dell’organismo, delle cellule, del sistema immunitario, senza tutte queste conoscenze è impossibile poter giungere alla diagnosi, su cui gli esami non hanno importanza nella conduzione del ragionamento clinico.

La sua patologia la può risolvere evidenziando le cause che la hanno condotta alla malattia e la loro rimozione è essenziale. I processi fisiopatologici ho la possibilità e la necessità di evidenziarli, comprenderli e rimuovere.