Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie.

Prevenzione in un bambino che si ammala spesso

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Erg. Dr.
Ho un bambino di 7 anni che fino ai 5 spesso si ammalava di tonsilliti otiti e qualche bronchite, ora molto meno ma per rinforzarlo ed aiutarlo a prevenire in modo completo cosa e' meglio? Vanno usati insieme?

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Egregia Ilaria, Oscillococcinum può aiutare la prevenzione, ma essenziale è conoscere quale agente patogeno è presente che continuamente provocava tonsilliti, otiti, qualche bronchite, fino a 5 anni, ma continua a essere presente, anche se il bambino si ammala molto meno. Rinforzare il sistema immunitario è un termine inesatto, poiché questo è già ben attivo nella risposta, nei confronti dell’agente patogeno responsabile delle patologie che presenta il bambino, nono occorre rinforzarlo, ma aiutarlo ad eliminare i microorganismi presenti, insegnare al sistema immunitario come procedere, nella stessa maniera come viene insegnato al bambino a leggere e scrivere, non è possibile leggere sempre le favole, il bambino deve imparare a leggere per da solo, così il sistema immunitario deve imparare a difendersi da solo. Nel caso in cui ogni volta che si presenta una patologia, vengono prescritti farmaci soppressivi, tachipirina, antibiotici, cortisone, antinfiammatori, senza comprendere quale agente patogeno è presente, quali cause si stanno verificando, senza avere cognizione di quanto sta succedendo negli organi, nelle cellule del bambino, il sistema immunitario non impara, sarebbe come leggere le favole, senza insegnare a leggere e comprendere quanto si sta leggendo; il sistema immunitario diventa sordo, non comprende e non imparerà mai, così quando necessario non avrà una azione consona all’evento, ma potrà compiere un errore. Il sistema immunitario necessita di insegnamento e correzioni nel percorso delle risposte infiammatorie, ad ogni evento stressante, situazione, la sua risposta deve essere regolare fisiologica, altrimenti avviene la progressione verso la patologia. Effettuare questo compito è difficile ma necessario, ed è il compito del medico eseguire questa attività, seguire il sistema immunitario nel suo percorso, come un insegnante, nel suo percorso di maturazione.

Comprendere in ogni momento quanto sta succedendo nell’organismo del bambino evidenziare gli agenti patogeni immediatamente, essere sicuro che questi effettivamente sono stati eliminati dal sistema immunitario, non sono rimasti all’interno per provocare nuovamente la patologia ripetutamente, il bambino è tornato al suo stato regolare e fisiologico, è stato resettato, ha il significato di eseguire una terapia esatta ed una prevenzione effettiva, completa, non far accadere la malattia, impedire nel futuro che avvenga nuovamente.

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione

Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione Prevenzione